lunedì 24 agosto 2009

Zegota - Namastè (2001)


Questo disco potrebbe cambiare la concezione di musica a molta gente;ci troviamo davanti ad un caso estremo di fusione tra generi...ma non generi affini...qui si spazia dalla musica indiana a quella africana al post rock(tra l'altro uno dei migliori mai sentiti)al post hardcore agli arpeggi di chitarra.Un disco che non può essere sentito "una botta e via" ma deve essere capito e assimilato.
Conoscendo poi la storia della band non risulta difficile capire come sia uscito fuori un così complesso e completo capolavoro;nati nel 1997 nel north carolina, prendono il loro nome dalla sigla codice con cui si indicava in america il concilio per salvare gli ebrei durante la seconda guerra mondiale.Il gruppo è trainato da 2 fratelli; Will e Jon Ridenour rispettivamente batterista e chitarrista...la cosa veramente sconvolgente è che proprio all'uscita di questo disco, il loro secondo lavoro, Jon decide di trasferisi in Svezia per amore di una donzella...ma questo non dissuade affato i nostri temerari che diventano a tutti gli effetti una band intercontinentale.
I pezzi vengono mandati per email da Jon al fratello che con quelle basi fa le prove in sala con il resto della band e arrangia il tutto....direi quasi poetico.
Detto ciò non vi rimane che ascoltarli e amarli...

O_o

2 commenti: